Cannabis Terapeutica

La Cannabis è nota, fin dai tempi più antichi, sia per il suo utilizzo "ludico" (come droga di abuso per le sue proprietà psicotrope sulla regolazione dell’umore e sulla sensazione di benessere che ne deriva) ma anche per le sue proprietà curative. Negli ultimi anni è tornata in auge per la terapia di alcune forme neurologiche (e non solo) altrimenti non curabili o di difficile trattamento.Recentemente in Italia, come in altri paesi, il Ministero della Salute ha emanato un Decreto che inserisce la Cannabis nelle sostanze farmacologicamente attive e ne dispone le regole per la sua prescrizione,preparazione e dispensazione. I due componenti più noti, studiati e utilizzati, sono il THC (delta-9tetraidrocannabinolo) e il CBD (cannabidiolo), ma la Cannabis contiene oltre 101 cannabinoidi ed oltre 700 sostanze diverse, tra cui i Terpeni noti per l’attività antinfiammatoria,antibiotica e analgesica, per cui si può parlare di fitocomplesso. La Cannabis agisce sul Sistema Endocannabinoide umano che normalmente aiuta il corpo a sentire meno dolore, a controllare il movimento, a rilassarsi, a mangiare, a dimenticare (stress post-traumatico) a dormire e a proteggere il sistema nervoso.

Di seguito vengono riportate le patologie per le quali la Cannabis è stata studiata (vengono sottolineate le patologie per le quali esiste robusta lerratura e consenso scientifico):

 

  • Dolore (neuropatico e oncologico)
  • Spasticità da Sclerosi multipla Nausea e vomito in chemioterapia
  • Stimolazione appetito nell’AIDS e cancro Sindrome di Tourette Glaucoma resistente Spasticità nelle lesioni midollari (tetra-paraplegia)
  • Epilessia Malattie infiammatorie croniche intestinali (morbo di Crohn,colite ulcerosa)
  • Fibromialgia Traumi cerebrali Cancro al cervello, alla prostata, al seno, ai polmoni
  • Ictus
  • Leucemia
  • Artrite reumatoide
  • Allergie
  • Asma bronchiale
  • Malattie autoimmuni (lupus eritematosus)
  • Malattie neurodegenerative (morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson)
  • Sindromi ansioso-depressive
  • Schizofrenia Patologie cardiovascolari

 

La cannabis confezionata in contenitori per uso farmaceutico è esportata direttamente dal Ministero della salute, del welfare e dello sport olandese; negli ultimi mesi è iniziata la produzione in Italia presso l’Istituto Farmaceutico Militare di Firenze. Una volta importata la Cannabis viene preparata in varie formulazioni farmaceutiche (inalazione, cartine, capsule apribili per tisana, capsule orali decarbossilate, tintura, resina, cannabis olive oil, supposte) da farmacie abilitate alla produzione e dispensazione di farmaci galenici.